M5S Alto Adige-Südtirol

L’ Alto Adige non è Italia, ma è peggio

Invitiamo tutti i cittadini interessati allo sviluppo della democrazia a recarsi a sottoscrivere le liste dei candidati che si vogliono presentare alle prossime elezioni Provinciali. Non vi chiediamo il voto, ma il diritto di presentarci. Una legge incomprensibile costringe il Movimento 5 stelle, già rappresentato in Italia con più di 9 milioni di voti, con diversi consiglieri regionali, un deputato eletto in Trentino Alto Adige, sindaci e consiglieri comunali, a doversi legittimare raccogliendo 600 firme in pochi giorni. Questo vale solo in Alto Adige. L’ Alto Adige non è Italia; fino a Trento non servono le firme o comunque sono autenticabili anche da consiglieri comunali, funzionari pubblici con delega ecc. . In AA invece le firme vanno raccolte con l’ autenticazione di un notaio, giudice, giudice di Pace o cancellieri. Tutto a danno dei piccoli partiti e dei nuovi Movimenti politici.

 

Svp e Pd e soci verdi, rossi e neri se ne stanno a guardare, quando invece dovrebbero vergognarsi, per non aver recepito la legge nazionale, così intenti a ritagliarsi una nuova legge elettorale su misura, da dimenticarsi (?) della rappresentatività di tutti i cittadini. Noi proseguiamo con la raccolta delle firme fino all’ ultimo giorno valido, ma al di là dell’ esito percorreremo ogni strada, anche legale, fino all’ invalidazione delle prossime lezioni, per denunciare questa ennesima gestione antidemocratica, dilettantistica e prepotente, dove le regole le fanno gli stessi politici della casta alla quale certamente non si sottraggono SVP e PD.

C. Vedovelli

Consigliere comunale, Movimento 5 stelle, Bolzano

About author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *