M5S Alto Adige-Südtirol

Democrazia diretta a Bressanone: ultima chance!

Domenica a Bressanone si voterà per un referendum che rischia di avere poco a che fare con la democrazia diretta.

Ai cittadini brissinesi è stata infatti negata la possibilità di scegliere la soluzione più gradita per il collegamento tra la città e la Plose.

Un deprecabile compromesso politico ha ristretto le possibilità di scelta a:

una funivia con partenza dalla stazione ferroviaria; un miglioramento del collegamento bus; il mantenimento dello stato di fatto.

Appare evidente che l’unica opzione che consenta di riaprire una discussione, ripristinando dunque un minimo di democrazia, è il miglioramento del servizio bus. Tale opzione, infatti, non escluderebbe a priori la possibilità di realizzazione di una funivia avente un sito di partenza diverso dalla stazione ferroviaria.

Il M5S non può che contrastare una funivia con partenza dalla stazione ferroviaria che, essendo concepita come uno spettacolino per un turismo di massa, aprirebbe un enorme squarcio nella splendida valle brissinese, danneggiando inoltre buona parte della popolazione direttamente coinvolta.

Auspica invece che Bressanone e la Plose possano incentivare un turismo di qualità, avendo la possibilità di contare su una funivia più economica, meno paesaggisticamente impattante e che, dunque, parta da un sito diverso.

La Plose è un vanto ed una risorsa per tutta Bressanone, ed il suo destino non può essere dunque deciso da poche persone, ma deve essere il frutto di una discussione che coinvolga tutta la popolazione.

Per questo motivo il M5S invita a votare per il miglioramento del collegamento bus: una buona soluzione per oggi, che lascia la possibilità di definire un ottimo domani.

Alan Bianchi

Omar Bianchi

Gennaro Bruno

Mirco Fiaschi

Paul Köllensperger

About author

Related Articles