M5S Alto Adige-Südtirol

Ipes, nuovo cemento per l’Alto Adige

120 milioni di euro impegnati per l’edilizia residenziale, di cui 24 destinati al programma costruttivo 2015 dell’Ipes. Per l’assessore Tommasini si tratta di “una risposta ai cittadini e di un segnale positivo per l’ecomomia”. Un segnale positivo lo è senza dubbio per i costruttori, non altrettanto per la lotta al consumo del territorio. L’analisi delle esigenze abitative e sociali sul territorio spetta naturalmente alla Giunta e ai suoi tecnici, ma è comunque importante indicare un macrodato: un recente studio pubblicato sul quotidiano economico Il Sole 24 Ore, ha posto la provincia di Bolzano al terzo posto a livello nazionale per l’elevato numero di alloggi in vendita: 6.240, con una percentuale del nuovo edificato sul totale in vendita del 35,90 per cento, vale a dire 2.240 nuovi e 4mila usati, il che evidenzia un altissimo consumo di territorio e che vede molti milioni di metri cubi di cemento inutilizzati o sottoutilizzati. E quindi: servono veramente nuovi condomini per 24 milioni? Eppure le soluzioni ci sarebbero e il M5S le aveva avanzate in una mozione – la 96/14 – approvata dal Consiglio provinciale, che andava ad impegnare la Giunta a recuperare lo sfitto evitando ulteriori cementificazioni. La sensazione però è che questo importante documento sia rimasto lettera morta.
Dopo gli scandali sull’edilizia sociale che hanno coinvolto gli intrecci tra assessorato provinciale e costruttori – ancora al vaglio della magistratura – crediamo sia ancora più necessaria una vigile attenzione su come vengono investiti i soldi dei contribuenti in questo importante settore pubblico.
Una buona amministrazione non prevede solo stimoli a un settore seppur importante dell’economia locale come l’edilizia, ma anche e soprattutto la lungimiranza di proteggere fragili beni comuni come il territorio, il paesaggio. Per non accendere fuochi di paglia e lasciare alle prossime generazioni la cenere.

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *