M5S Alto Adige-Südtirol

L’autunno alle porte e le strutture per i profughi

L’emergenza profughi tende ad inasprirsi e tutto lascia pensare che questa situazione sarà la normalità anche nei mesi a venire. Per adempiere ai nostri doveri di assistenza a chi è costretto a fuggire dagli orrori della guerra, dobbiamo organizzare con lungimiranza strutture adeguate. Le stagioni fredde si avvicinano e sarebbe impensabile non offrire un tetto alle famiglie di profughi che si trovano a transitare per l’Alto Adige.

Gli edifici pubblici inutilizzati potrebbero quindi essere riadattati all’uopo. Si pensi agli spazi offerti dalle ex-Pascoli ad esempio, oggi meta di senzatetto tra le proteste dei residenti della zona in cui sorgono. Certo, si tratta di strutture pensate per tutt’altri scopi, ma in caso di periodi di eccezionali afflussi di profughi possono fungere da valvola di sfogo quando le altre strutture oggi utilizzate risultassero già sovraffollate. L’importante è non trovarsi impreparati.

I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle hanno quindi presentato una mozione che impegni la Giunta in tal senso e che alleghiamo a questo comunicato.

Va poi considerato che con un tetto e un pasto caldo si soddisfano i bisogni primari di una persona, ma una connessione wi-fi, mediatori culturali che introducano alle basi della nostra cultura, alle nostre leggi e istituzioni, la possibilità di frequentare un corso di lingua, offrono a queste persone spaesate possibilità e informazioni importanti per chi ne usufruisce, ma anche per noi cittadini. Ad esempio, come si fruisce correttamente di un parco pubblico non può diventare un problema: tutti devono comportarsi con rispetto. E resta scontato che chi sbaglia paga, senza sconti di sorta.

La solidarietà fa parte del nostro stesso essere uomini e non dimentichiamo che fino all’altro ieri eravamo noi italiani i migranti che bussavano alla porta di altri Paesi nel mondo.

profughi

About author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *