M5S Alto Adige-Südtirol

Funivia di San Genesio, la contestata delibera non viene ritirata dalla Giunta

Eravamo tutti d’accordo no? Le forze politiche cittadine, le migliaia di bolzanini che in poche settimane hanno sottoscritto l’appello contro l’assurda opera, da ultima perfino la stessa Giunta. E quindi la nostra mozione presentata con l’obbiettivo di annullare la delibera che ha dato il via al contestato progetto, ci pareva ormai un pro forma. Ma con l’Svpd la guardia non la si può abbassare: oggi solo l’opposizione l’ha sostenuta in aula.

Oggi le voci in Consiglio provinciale si sono pronunciate all’unisono: la funivia va rilanciata, i collegamenti con il centro di Bolzano migliorati. Ma dal dibattito è emerso in modo altrettanto chiaro che tutte le forze politiche concordano sul fatto che il previsto progetto non debba essere realizzato. La Giunta giura e spergiura su tutti i media che così non si farà, rendendo quindi ancora più grave il fatto di avere deliberato un bando da 100mila euro (che può ulteriormente lievitare fino a 208mila) per la progettazione della parte architettonica, come se non fosse già chiaro – rendering già esistente alla mano – che il progetto non sta in piedi.

Ma è il dato formale che lascia sconcertati. In democrazia la forma è anche sostanza ed è quindi inaccettabile che le dichiarazioni sui media (e su Facebook) degli assessori Mussner e Tommasini possano avere pari valore rispetto a una delibera di Giunta, che non è affatto un “pour parler”, ma indica precisamente tutte le caratteristiche della funivia (inclusa la realizzazione della stazione a valle nel parco Petrarca e il sorvolo dell’area) e delibera testualmente “di dare corso alla progettazione (…) e di incaricare la STA della progettazione e realizzazione”. In definitiva la delibera resta in piedi e noi bolzanini ci dovremo fidare di un comunicato stampa che, a quanto pare, ha lo stesso valore di una delibera.

O forse qualcuno – tra politici e imprenditori – sperava che “Penta firmatutto” fosse un’altra volta solerte a offrire il suo sempre efficiente benestare?

Paul Köllensperger

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *