M5S Alto Adige-Südtirol

Castelli: «Il campo da calcio va fatto in un’altra zona»

LAIVES. La lista dei “grillini” Laives futura, parlando del grande progetto per lo stadio dell’Fc Alto Adige, ritiene si possa paragonare al ponte sullo stretto di Messina: «Bellissimo impianto – scrive il consigliere Paolo Castelli – ma una locazione improponibile. Rischiamo di avere un’opera faraonica e bellissima nella sua magnificenza; futuristica, per la sua utilizzabilità, ma concepita nel posto meno adatto ad ospitarla». Castelli considera che una struttura come lo stadio che verrà, concepito per ospitare 15 mila persone, significherà una mole di traffico considerevole durante le partite. «Un complesso del genere, posizionato su un terreno paludoso, quali garanzie di solidità e durante negli anni potrà dare? Teniamo presente che il Galizia, di dimensioni inferiori, ha già ceduto in parte per il terreno torboso sottostante. Che conseguenze avrebbe l’edificazione del nuovo stadio per l’Fc Alto Adige sullo stesso terreno? Tornando alla logistica, anche i collegamenti saranno carenti: senza un accesso diretto; nessun casello autostradale e ferroviario ma solo una Statale che malgrado la nuova variante, non sarà mai in grado di decongestionare una quantità di traffico simile».

 

Articolo tratto da www.AltoAdige.it.

About author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *