M5S Alto Adige-Südtirol

Risposta all’interrogazione “Illuminazione pubblica a led”

Pubblichiamo la risposta dell’Assessore all’interrogazione da noi esposta sull’introduzione nel nostro Comune dell’illuminazione pubblica a LED.

Interrogazione n.35205 del 16.09.2010

La ringrazio per la Sua interrogazione e per l’utile confronto che mi propone su questo importante argomento.
Rispondo alla Sua sollecitazione, non  potendo negare quanto sia importante concretizzare politiche di risparmio e di razionalizzazione dei consumi di energia elettrica.

Già da alcuni anni il Comune, attraverso il cantiere comunale, ha adottato una linea precisa per ottimizzare il rapporto costi/benedici concernenti l’illuminazione pubblica e non solo.

A tale proposito, nel costo del tempo sono stati effettuati investimenti relativi a tecnologie sempre più perfezionate che hanno già prodotto significativi abbattimenti del consumo energetico.

Oggi possiamo affermare che lo stato degli impianti d’illuminazione (circa 2.100 punti luce su tutto il territorio comunale) si attesta ad un buon livello d’efficienza.

Ad esempio, l’80% dei corpi illuminanti è stato munito di quadri per la riduzione della potenza nelle ore notturne e questo ha consentito di ottenere una diminuzione dei consumi di energia elettrica, compresa tra il 20 e il 30% rispetto al passato.

Sicuramente, come indicano i dati di cui siamo in possesso, suffragati anche da quelli che Lei ha segnalato, la tecnologia LED inciderebbe sui consumi in modo ancora più rilevante. Dobbiamo, purtroppo, mettere in evidenza che i vantaggi ottenuti subiscono cospicue riduzione a causa della presenza di costi fissi non abbattibili, che gravano sulla bolletta (anche fino al 50%).

Al dilà di queste difficoltà, nell’anno in corso sono state fatte delle sperimentazioni con lampade a LED e precisamente in via Pietralba ed in via Dante, mentre sono state installate definitivamente due lampade a LED presso la nuova piazza di Pineta.

Invece, per la nuova zona di espansione Toggenburg 1 è tato realizzato un progetto per l’installazione di tutta l’illuminazione pubblica con questa tecnologia.

Tutto ciò premesso, questa amministrazione sta studiando la possibilità di sostituire i corpi illuminanti della città, a cominciare da quelli obsoleti, nelle modalità e nei tempi più opportuni.  
Nel ringraziarLa per il Suo contributo al proficuo sviluppo di questa tematica, voglia gradire i più cordiali saluti.

L’Assessore alla Cultura all’Ambiente e Piccole Cose

Dino Gagliardini

About author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *