M5S Alto Adige-Südtirol

Chiesta la bozza del nuovo PUC

Finalmente dopo 5 mesi di Consiglio Comunale, un rappresentante di Giunta risponde a delle nostre riflessioni e questo ci fa piacere, evidenziando che per i contenuti abbiamo colto nel segno. Purtroppo però dall’Assessore Volani ci aspettavamo di più e non solo le solite risposte in politichese, di carattere generale, che non vanno al cuore della questione. A Volani contestiamo ciò che per lui è una virtù, cioè il silenzio calato su questa vicenda, che invece ha aggravato la situazione di Giunta, ricordando che se Castelli fosse un approfittatore politico, sarebbe seduto sui banchi della maggioranza o magari al posto di qualche assessore “tecnico”, nemmeno votato dai cittadini. Castelli in 5 mesi ha solamente messo in evidenza, attraverso interrogazioni e mozioni, vicende poco trasparenti ed è ciò che è chiamato a fare ogni consigliere, ma soprattutto un esponente dell’Italia dei Valori, oltretutto non nuovo alla politica visti i precedenti trascorsi.

Alla luce di ciò comunichiamo che, con moltissime difficoltà, abbiamo richiesto con domanda protocollata copia all’ufficio competente, molto poco cortese e disponibile, della Bozza riguardante il nuovo PUC di Laives, redatto da uno Studio Tecnico privato in data 18 maggio 2010 (in tempi non sospetti). Se quella proposta di PUC dovesse acclarare delle modifiche urbanistiche rispetto ai terreni “incriminati”, chiederemo le dimissioni immediate dell’Assessore Volani e dell’intera Giunta per non aver vigilato al rispetto della trasparenza a favore dell’interesse del cittadino. Informiamo da subito i Dirigenti comunali interessati al rilascio di tale documentazione, che se in tempi brevissimi non dovessimo avere la Bozza del PUC richiesta, faremmo ricorso al TAR.

Comunicato stampa: Chiesta Bozza Nuovo PUC (pdf)

About author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *