M5S Alto Adige-Südtirol

Incidente al nuovo inceneritore di Bolzano: rischio inutile a caro prezzo

alt{jcomments off}

Siamo molto preoccupati per l’ incidente accaduto venerdì scorso 08.11.2013: l’inceneritore da 130.000 ton/anno e dal costo di 120 milioni di euro è già rotto.
Il fumo tossico si è diffuso sulla città e in particolare sui nuovi insediamenti di Casanova e Firmian.
Chiediamo di sapere con chiarezza cosa è successo e se vi siano danni per la salute dei cittadini, chiediamo che siano chiarite le parole del direttore dell’Ufficio Rifiuti della Provincia Giulio Angelucci quando afferma che ci sono volute 24 ore per spegnere il cammino: 24 ore di fumi tossici? Chiediamo se è vero che tra le Associazioni temporanee di impresa, a cui spetta il collaudo dell’ impianto, ci siano aziende fallite e in particolare quella che ha realizzato la parte tecnica dell’ impianto ( cadaia) e che ora è in concordato preventivo.
Chiediamo che sia chiarito se c’ è stata una cattiva gestione dell’ incidente e come sia possibile che questo sia avvenuto, se esiste un chiaro piano di intervento di emergenza in un impianto con potenziali rischi molto gravi per la popolazione. Ci auguriamo che tentennamenti e errori non siano dovuti al tentativo di non incrinare l’immagine della scelta provinciale dell’incenerimento, scelta pericolosa per la salute dei cittadini e per l’ ambiente a causa delle numerose sostanze nocive emesse.
Il rischio di incidenti è insito in questo tipo di impianti, nuovi e vecchi che siano. Questo primo incidente deve essere un’ occasione di un ripensamento generale della politica dei rifiuti in Alto Adige alla luce delle nuove direttive europee che vietano l’incenerimento per i rifiuti recuperabili o compostabili (in buona sostanza TUTTI!) e spingono verso il recupero a fini di riciclaggio dei rifiuti.
Oggi è ancor più assurdo insistere con l’ incenerimento e far correre questi rischi alla popolazione quando esistono valide alternative per la gestione dei rifiuti, che partono dalla riduzione generale dei rifiuti, al riuso, alla raccolta differenziata spinta con tariffa puntuale.

Claudio Vedovelli

Consigliere comunale

Movimento 5 stelle Bolzano

About author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *