M5S Alto Adige-Südtirol

Succede in Consiglio

(Di Paul Köllensperger)

Palazzo del Consiglio Provinciale

Kompatscher risponde a mia interrogazione che non ha intenzione di ritirare la decisione dell’ultima riunione della giunta Durnwalder di stanziare altri 20 Mio. per l’aeroporto (tra cui allungamento della pista) – in barba alle promesse di fare un’analisi costi/benefici e di coinvolgere i cittadini

– per la pubblicazione dello studio Public Health sull’impatto del traffico e del tunnel del Brennero sull’ambiente e la salute dei cittadini, che da 10 anni viene tenuto sotto chiave, Kompatscher afferma che la Provincia non ne è in possesso ma bisogna chiedere a BBT SE…peccato che questi non abbiano nessuna intenzione a pubblicarlo… il solito rimpallo delle responsabilità. Cosa conterrà mai questo studio di così compromettente? A questo punto insisteremo ancora di più, insieme con i cugini del M5s del Trentino.

– Altra interrogazione del M5s: visto che per colpa dell’interruzione della statale del Brennero la gente è costretta a prendere l’A22, perchè oltre a subirsi le code costringete pendolari e artigiani pure a pagare il pedaggio? Almeno avete intenzione di restituirlo? A rispondere è sempre il Presidente della giunta – che dice di no, dando la colpa al ministero dei trasporti di Roma. Roma ladrona! E voi?

si passa alle mozioni: per prima la richiesta dei partiti locali di mandare una lettera e un voto al Parlamento per chiedere alcune modifiche anche ragionevoli, ma chiede anche che i piccoli partiti regionali possano accedere al due per mille di questa nuova forma di finanziamento pubblico ai partiti che guarda caso torna sempre, cambia solo nome… Il M5s non firma la lettera.

– Mozione dei Verdi sul divieto di importare rifiuti dal Trentino. Ovviamente sono a favore, e chiedo che ai rifiuti si aggiungano anche tutti i prodotti che derivano dai rifiuti come i combustibili solidi (se no vuoi vedere che ci rifilano i rifiuti sotto altro nome…). emendamento accolto, peccato che poi governo e SVP boccino la mozione. Noi invece andremo avanti a vigilare che non arrivino rifiuti da fuori, e a lavorare per i rifiuti zero finchè sarà evidente a tutti che l’inceneritore va spento e basta.

– Mozione per le scuole comuni, ossia per fare in modo che nuove o ristrutturate infrastrutture scolastiche vengano predisposte per favorire l’incontro tra gruppi linguistici: ovviamente appoggio pieno da parte del M5s, la mozione passa.

Vi risparmio il resto, alle 17 cala il sipario, tutte le altre mozioni sono rinviate a marzo (tra cui la mia sul monitoraggio dell’inceneritore).

Ci troviamo con Kompatscher che ci illustra il bilancio preventivo per il 2014 e poi tra i capigruppo per parlare di audizione dei candidati a fare il difensore civico e garante dei minori, commissioni elettorali e dei ben 96 candidati che non hanno presentato per tempo la rendicontazione delle spese elettorali rischiando ora una fortissima multa…. (noi ovviamente siamo in regola – del resto non abbiamo speso niente).

Certo che i ritmi dentro il palazzo sono lenti, le giornate lunghe e alla fine si riesce a combinare gran poco. Tornando a casa sotto la pioggia la questione diventa chiara: questo sistema da dentro il palazzo non si riuscirà a modificare se non in minima parte.

Il cambiamento potrà venire solo dal basso, dai cittadini. Come? Non votate più i partiti che questo sistema lo vogliono mantenere insieme ai loro privilegi. Finchè loro sono in maggioranza non cambierà nulla.{jcomments on}

About author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *