M5S Alto Adige-Südtirol

“La crisi. Come uscire dall’emergenza”

altEuropa dei popoli o Europa dell’euro? Sabato 29 marzo con inizio alle 15, l’economista Antonino Galloni sarà a Bolzano presso la sala Anne Frank di via Mendola 124 per cercare di dare risposte a questi interrogativi in una conferenza aperta alla cittadinanza dal titolo “La crisi. Come uscire dall’emergenza”.

Il professor Galloni si definisce un postkeynesiano ed annette una grande importanza al ruolo della spesa pubblica, fattore determinante per la ripresa dell’economia nel nostro Paese. Riguardo al complesso tema della relazione tra moneta unica e crisi, Galloni ritiene che l’euro sia uno dei fattori responsabili del peggioramento dell’andamento dell’economia italiana, ma che il problema sia soprattutto la perdita della sovranità monetaria da parte degli Stati nazionali.

In tutti questi anni abbiamo continuato a drenare liquidità dall’economia reale per destinarla alla finanza”, attacca l’economista. Secondo Galloni esiste quindi un problema di distribuzione dei guadagni derivanti dagli incrementi di produttività che, per permettere sviluppo, devono finire in buona parte nelle tasche die lavoratori e nelle casse dello Stato tramite l’aumento del gettito fiscale derivante dai maggiori consumi e quindi dal maggior reddito.

Venendo all’attualità, Galloni auspica che le manovre dell’attuale governo tese ad incrementare i consumi tramite l’aumento del reddito delle fasce meno agiate, non presuppongano una riduzione quantitativa e qualitativa della spesa pubblica che deve essere mantenuta ed eventualmente incrementata. Bisogna comunque ripartire dalle economie locali e dalla produzione di beni atti a soddisfare la domanda interna, le esportazioni riguarderanno le eccedenze, vi è necessità di un modello che sia sostenibile non solo a livello economico, ma anche a livello umano ed ambientale.

Antonino Galloni è un economista, docente universitario e saggista. Laureato in giurisprudenza nel 1975, diventa ricercatore presso l’Università di Berkeley nel 1979. Tra il 1981 e il 1986 è stato collaboratore del prof. Federico Caffè nella facoltà di Economia e commercio dell’Università di Roma, dal 1987 al 1999 ha insegnato all’Università Cattolica di Milano, all’Università di Modena, alla Luiss e all’Università degli studi di Roma. Ha ricoperto diversi incarichi nei ministeri dell’Economia e del Lavoro (di quest’ultimo è stato direttore generale), all’Indap, all’Ocse e all’Inps. È anche autore di numerosi saggi sull’economia e la finanza. Il suo ultimo libro pubblicato è Chi ha tradito l’economia italiana? Euro, salvarsi senza svendersi, Editori Riuniti, 2012.

About author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *