M5S Alto Adige-Südtirol

I dati Astat sulla povertà nel dorato Alto Adige e i doveri della politica

Siamo abituati a pensare all’Alto Adige come a una terra economicamente ricca e sviluppata. Un’immagine corretta, ma non è tutto oro quello che luccica: il benessere non è diffuso come si potrebbe pensare, non raggiunge tutti. La fotografia della situazione l’ha scattata l’Astat con il suo periodico rapporto “Situazione reddituale e patrimoniale delle famiglie in Alto Adige” e i dati che contiene confermano che la povertà tocca pesantemente anche il dorato Alto Adige. Se il 16,6% delle famiglie altoatesine – 35.395! – è minacciato dalla povertà (ossia percepiscono un reddito inferiore al 60% del reddito mediano calcolato per l’Alto Adige) e 87.620 persone – il 17,1% della popolazione della provincia di Bolzano – sono a rischio povertà, significa che la politica deve intervenire con politiche sociali mirate, soprattutto considerando che sono le persone più anziane quelle più spesso a rischio.
Durante la discussione della legge di bilancio provinciale, il M5S ha fatto la sua parte, presentando in aula un ordine del giorno, poi approvato dopo essere stato emendato: grazie al voto favorevole dell’aula, la Giunta è ora impegnata ad analizzare il fenomeno anche in prospettiva futura e a presentare in aula nuove misure di sostegno al reddito dei più indigenti. “Nessuno deve restare indietro” è una delle preoccupazioni più sentite dal Movimento, a livello nazionale come locale.

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *