M5S Alto Adige-Südtirol
sos_equitalia

Anche a Bolzano, a brevissimo, sarà aperto un punto di ascolto SOS Equitalia

Il Movimento 5 Stelle già da tempo si batte per l’eliminazione di Equitalia e a tal fine ha depositato un disegno di legge volto ad eliminare l’orribile, attuale modalità di riscossione che troppo spesso viene effettuata in modo vessatorio nei confronti di imprese, artigiani, commercianti e famiglie. Equitalia considera il cittadino unicamente un numero e il suo scopo è riscuotere facendo lievitare, considerevolmente, il livello effettivo di tassazione (già a livelli insostenibili): ai i tributi pregressi sono aggiunte le spese di riscossione (che si aggirano intorno all’8 – 9%), le penali e gli interessi. Una legge giusta, quella del Movimento, che la triplice alleanza di inquisiti Pd – Ncd (Alfano) – Ala (Verdini) non ha minimamente considerato.

Il Movimento si batte e si batterà per la chiusura di Equitalia e per il trasferimento dell’attività di riscossione all’Agenzia delle entrate con annullamento di interessi, more, aggi e sanzioni per il ritardo o mancato pagamento delle cartelle esattoriali, che verranno sostituiti dal pagamento di un unico interesse di minima entità.

Al momento, tuttavia, non possiamo fare altro che istituire un punto Sos Equitalia, dove dare ascolto ai cittadini fornendo il supporto per eventuali contestazioni nei casi di pagamenti non dovuti. Cercheremo di fermare questo soggetto che attacca i cittadini inermi, ma lascia tranquilli gli evasori. Da quando il Movimento ha attivato i punti SOS Equitalia in Italia i cittadini hanno risparmiato oltre 20 milioni di euro che non erano dovuti. Quello di Bolzano, come gli altri nati in Italia, cercherà di tendere una mano ai cittadini che i partiti di ieri e di oggi hanno negato. Non promettiamo la risoluzione di ogni problema – le promesse che non possiamo mantenere le lasciamo fare ai partiti tradizionali – ma promettiamo ascolto, supporto ed aiuto.

A giugno lo inaugureremo anche a Bolzano e sarebbe bellissimo poterlo fare in un Comune a 5 stelle.

About author

Related Articles

1 Comment

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *