M5S Alto Adige-Südtirol
presentazione_bassa_2

La Carta di avviso pubblico e i Cda. Il M5S a colloquio con Caramaschi

Nel pomeriggio del 20 giugno si è tenuta la prima riunione dei capigruppo alla quale per il M5S hanno partecipato Caterina Pifano e M. Teresa Fortini. Il sindaco, dott. Caramaschi, ha sottoposto all’attenzione della conferenza il codice etico denominato “Carta di avviso pubblico” che intenderebbe sottoscrivere ed adottare affinché anche il Comune di Bolzano possa essere annoverato tra quelli che hanno fatto propria tale Carta. Le rappresentanti del M5S si sono dichiarate a favore del codice che norma comportamenti quali il conflitto di interessi, le modalità di assegnazione delle cariche, ad esclusione di quelle fiduciarie quali il city manager ed il segretario particolare che avremmo invece avuto piacere fossero ricomprese, e la  trasparenza nelle comunicazioni.

Il suddetto codice, non avendo forza di legge dovrebbe essere sottoscritto per adesione volontaria dei singoli  45 consiglieri. il M5S è abituato a firmare un codice etico ed a rispettarlo, essendo ciò alla base della nostra azione politica, pertanto accogliamo la proposta del sindaco e ci auguriamo che tutto il consiglio comunale lo condivida e che  sia una proposta che provenga dalla maggioranza compatta e firmataria oltre che dal sindaco stesso.

Tale passo renderebbe il lavoro più semplice per l’opposizione, trattandosi di un atto prepolitico fondamentale, a nostro avviso, per un lavoro politico trasparente ed onesto. Purtroppo dobbiamo evidenziare che i primi passi intrapresi dall’amministrazione cozzano con questi principi di eticità, come per esempio la consegna del programma  solo 24 ore prima del voto di fiducia e ancor peggio con la recente richiesta di far pervenire le candidature per la nomina di componenti dei Cda delle partecipate Seab ed  Ecocenter, avvenuta nel primo pomeriggio di martedì 21 con termine le ore 12 del giorno successivo.

Da sempre il M5s chiede l’istituzione di un albo pubblico di competenze dal quale attingere le migliori figure tecniche per i ruoli di gestione e controllo delle  aziende a partecipazione pubblica.

Nonostante i tempi ristretti il M5s ha presentato figure tecniche indipendenti di alto profilo la cui candidatura è stata condivisa anche dall’opposizione. Ci auguriamo che la scelta demandata alla giunta avvenga nella direzione che auspichiamo abbandonando la consueta lottizzazione politica e l’elezione dei soliti noti.

Tagged with:

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *