M5S Alto Adige-Südtirol

Per un Museion più vicino a artisti locali e cittadini

In un periodo di tagli alla spesa pubblica è fondamentale che il Museion trovi la strada di una maggiore sostenibilità economica da un lato e dall’altro di un vero legame con il territorio tramite un maggior coinvolgimento e presenza degli artisti locali e più in generale dei cittadini nelle attività del Museo. L’ordine del giorno discusso oggi in Consiglio provinciale intendeva valorizzare il territorio, la sua storia e cultura artistica con l’obiettivo di garantire maggiore considerazione all’interno del Museion, unico Museo di Arte moderna e contemporanea provinciale, sia per quanto riguarda gli spazi dedicati, sia per la rappresentanza di associazioni locali negli organi decisionali.
E’ infatti impensabile che nell’ambito dell’arte moderna vi siano numerosi artisti, manager e curatori sudtirolesi che espongono e operano in campo nazionale e internazionale, senza ottenere invece un’adeguata considerazione a livello locale.
L’assessore Achammer ha chiarito l’importanza del contatto con gli artisti locali – un’affermazione che però non trova riscontro nei fatti. La nostra proposta prevedeva proprio quello, un loro maggior coinvolgimento nelle attività del Museo, un aspetto su cui puntare per rafforzare la sinergia con i cittadini di Bolzano e provincia.
Siamo quindi convinti che, nonostante la bocciatura, quanto previsto nell’ordine del giorno co-firmato anche dai consiglieri Foppa e Heiss avrebbe contribuito a far crescere il Museion sia in termini economici che di immagine, creando un importante collegamento tra arte contemporanea altoatesina e internazionale e rendendosi più attrattivo agli occhi dei propri visitatori.

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *