M5S Alto Adige-Südtirol

Circolo La Comune, un patrimonio della città da salvaguardare

Oltre 45 anni di attività, una storia lunga una vita ormai. E la cultura non è un’attività qualunque. La cultura crea un fondamentale “benessere sociale”, per citare – ma senza malizia, per carità – lo stesso assessore Tommasini. Un benessere che in decenni di impegno Forcato ha saputo assicurare alla sua città, svolgendo un ruolo da pioniere, colmando un vuoto quando ancora l’attività istituzionale era limitata nell’offerta e ingessata nelle scelte, aprendo le porte dell’arte popolare (ma non solo) ai bolzanini. E attenzione a non sminuirla: anche un gigante come Dario Fo lo abbiamo conosciuto dal vivo grazie alla Comune.

Conosciamo le difficoltà di questa ormai storica associazione, dovute a diatribe sfociate in cause legali con l’assessorato provinciale alla Cultura. La decisione della Provincia di negare i contributi all’attività del circolo è inevitabilmente stato un colpo durissimo, che eventuali errori gestionali non giustifica. La Provincia ha il dovere di perseguire l’interesse pubblico e l’attività de La Comune va evidentemente in questa precisa direzione.

Oggi, all’indomani della condanna dell’intero “stato maggiore” della Cultura italiana, sarebbe facile polemizzare sull’uso delle risorse pubbliche. Ma in questo momento di grande difficoltà per il Circolo la Comune, è secondo noi prioritario lasciare da parte i rancori – legittimi o meno – e pensare seriamente a far ripartire l’indispensabile collaborazione tra le parti. Come per l’orchestra Haydn e l’importante buco di bilancio recentemente emerso, anche per La Comune è il momento di pensare a come salvaguardare concretamente questa importante realtà culturale. Questo il nostro auspicio, ci auguriamo sia il più condiviso possibile tra le forze di maggioranza e opposizione.

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *