M5S Alto Adige-Südtirol

Question time del cittadino, istituiamolo!

Alcuni mesi fa il M5s di Bolzano ha presentato una mozione che propone di introdurre nel regolamento del consiglio comunale il “Question time del cittadino”, cioè la possibilità di presentare domande e richieste di chiarimenti in consiglio comunale da parte dei cittadini stessi. Il Question time del cittadino si prefigge di avvicinare i cittadini alle istituzioni, farli entrare fisicamente nel Consiglio comunale, la prima mezz’ora di un consiglio comunale al mese, per porre direttamente a Sindaco e assessori le proprie istanze, presentate prima in forma scritta presso gli uffici preposti e vagliate su criteri di ammissibilità, e ascoltarne le risposte.
La mozione si pone l’ obiettivo di alzare il livello di rapporto tra città e amministrazione, far si che i cittadini si interessino, dialoghino e conoscano il funzionamento della cosa pubblica, lasciando alle future amministrazioni, di qualsiasi colore siano, uno strumento di partecipazione civica ben regolamentato, che permetta ai cittadini di venire in contatto con l’amministrazione pubblica e di interagire con essa. Molte città hanno integrato il proprio statuto con il Question time del cittadino, di recente Sesto San Giovanni , 82.000 abitanti, e a breve anche Torino che ha presentato il giorno 20.9 la delibera in conferenza stampa.
Ci rivolgiamo quindi al Sindaco e alla sua giunta: non liquidate questa nostra proposta come inapplicabile perchè adottata da piccole amministrazioni come Susa(To) , Bagheria(Pa) Cerro Maggiore(Mi), Busca(Cn) o Gambara (Bs), adesso oltre a Sesto San Giovanni anche una città metropolitana come Torino darà la possibilità ai cittadini  di depositare interrogazioni per iscritto che poi saranno illustrate in aula dal cittadino proponente, ascoltandone la risposta portata direttamente dal sindaco e dalla giunta.
In tempi in cui la distanza tra popolo ed eletti sta diventando abissale, in tempi in cui i cittadini stanno sempre più rinunciando, anche nella nostra città, ad andare a votare per disillusione o protesta, è compito di una politica che guarda al futuro, a prescindere da che colore avrà, ricucire il rapporto con i cittadini offrendo la possibilità di avvicinarsi alle istituzioni, conoscerle dall’ interno e avere risposte dirette da parte di chi amministra la città.

I consiglieri del M5s di Bolzano

Tagged with:

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *