M5S Alto Adige-Südtirol

Lo slittamento della concessione A22 non sia una foglia di fico per lasciare ancora Bolzano nell’immobilità

Per la concessione per la gestione dell’A22 i tempi sembrano allungarsi e a cascata anche il finanziamento di un’opera di fondamentale importanza per Bolzano quale la messa in galleria dell’autostrada. A leggere i giornali pare che la possibile (ma ancora incerta) proroga slitterà di un paio d’anni e il rallentamento dell’iter di assegnazione sarebbe un problema per la nostra terra, ma è comunque meglio aspettare per capire se si potrà realizzare lo spostamento dell’A22 piuttosto che usare lo slittamento come scusa per fare ora la variante alla SS12 mettendo così una pietra tombale sopra alla prima opzione, come molti nel Pd e in A22 sperano.

Il sindaco Caramaschi ha ribadito che l’accordo con Kompatscher era già definito e che non rinuncia a un progetto tanto importante per la città. Benissimo, su questo punto noi siamo con lui ed è proprio dai suoi stessi compagni di squadra che deve guardarsi. La posizione del M5S sulla questione è infatti nota e non ci ripeteremo. Occorre invece ribadire che bisognerebbe finalmente pensare anche al lato sanitario della questione per ridurre al massimo l’inquinamento dell’autostrada.

Ribadiamo anche che quando è in gioco una montagna di denaro pubblico come in questo caso la trasparenza nelle scelte e il coinvolgimento sono obbligatori: suggeriamo quindi alla Provincia di rendere pubblici gli studi fatti sui flussi di traffico e sulle infrastrutture nel corso di un’istruttoria pubblica che coinvolga decisori, tecnici di ogni orientamento e ovviamente la cittadinanza. Ricordiamo infine che non sarebbe accettabile il condannarsi all’immobilismo in attesa che si sblocchi la partita dell’A22. Nell’immediato possiamo lavorare su terzo binario fino ad Ora e potenziamento della linea per Merano, progettazione del road pricing per la città, apertura A22 tra i due caselli di Bolzano, ripensare la politica tariffaria per scoraggiare il traffico pesante. Il lavoro e i modi per investire e investire bene le risorse pubbliche non mancano certo.

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *