M5S Alto Adige-Südtirol

Imprese locali favorite negli appalti pubblici, grazie al M5S sarà legge

Era uno degli impegni presi in campagna elettorale: tutelare le nostre imprese, l’ambiente, la salute ed i circuiti economici regionali. Oggi abbiamo fatto un passo nella giusta direzione. E’ stato approvato all’unanimità un nostro emendamento collegato alla legge di bilancio (ddl 146/17), che inserisce nella legge sugli appalti pubblici (la Lp 16/15) un’esplicita previsione nel dare priorità ai criteri delle vie di trasporto più brevi e delle minori emissioni di CO2 nel conferimento di incarichi di fornitura. Prima la via preferenziale era accordata alle sole derrate alimentari, ora invece a tutti i tipi di beni e servizi acquistati dalla Pubblica amministrazione. Una piccola modifica nella forma, una grande differenza nella sostanza. Si tratta infatti di un importante passo avanti nell’implementazione nel sistema giuridico provinciale di un importante principio: la promozione delle nostre aziende locali – vincolate a rigorosi standard in fatto di tutela del lavoro e dell’ambiente a differenza di tante, troppe imprese estere – tramite la creazione di una “corsia preferenziale” nelle gare per aggiudicarsi gli appalti pubblici. L’obiettivo è stato centrato, valorizzando così le aziende che utilizzano beni e prodotti da filiera corta e a chilometro zero; aziende artigiane in molti casi, ma non solo naturalmente.

Su questo importante tema avevamo depositato un disegno di legge apposito (qui la relazione accompagnatoria al ddl), ma abbiamo preferito cogliere l’occasione della trattazione in commissione del collegato al bilancio per centrare rapidamente l’obiettivo, considerando che per le opposizioni è impossibile anticipare nel calendario dei lavori in aula un proprio ddl. In questa maniera invece entro la fine dell’anno l’emendamento già approvato in commissione diverrà definitivamente legge. Riconosciamo inoltre al presidente Kompatscher di essere stato coerente, in questa occasione, rispetto alla nostra già approvata mozione 766/17 (“La promozione delle imprese locali che garantiscono produzioni a chilometri zero”).

Un triplice successo di cui siamo molto soddisfatti: salvaguardiamo le aziende locali dalla concorrenza sleale di imprese che operano in contesti economici in cui i vincoli sindacali e ambientali sono (inaccettabilmente) minori; evitiamo di far viaggiare inutilmente beni di diverso tipo con quel che ne consegue in termini di inquinamento, rumore, emissioni di anidride carbonica; evitiamo che tutto questo inquinamento ricada negativamente sulla salute dei cittadini e del pianeta.

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *