M5S Alto Adige-Südtirol

Referendum aeroporto, la Giunta rispetti la volontà dei cittadini

La Giunta provinciale getta la maschera e dichiara nero su bianco che lo stralcio del previsto allungamento della pista di atterraggio dell’aeroporto di Bolzano non ci sarà, “rimanendo comunque nell’interesse della Provincia procedere in futuro all’ampliamento dell’aeroporto”, come scritto in un passaggio della lettera indirizzata al Comune di Laives e firmata dall’assessore Theiner. Ricordiamo che lo stesso Landeshauptmann si era impegnato pubblicamente e in più occasioni ad abbandonare il progetto e troviamo furbesco aggrapparsi alla formula “la gente nel referendum ha bocciato il solo finanziamento pubblico” e non anche all’ampliamento, tutti sappiamo che semplicemente non è vero: i cittadini – in particolare quelli di Bolzano e della Bassa Atesina – hanno ovviamente detto NO anche a un ulteriore appesantimento dell’inquinamento ambientale e acustico. Al di là del quesito referendario in senso stretto, non va infatti dimenticato cil ddl 60 conteneva anche gli obiettivi di sviluppo previsti per lo scalo (ossia 170mila passeggeri/anno), raggiungibili solo con aerei più grandi e di conseguenza con l’allungamento della pista. Il voto dei cittadini ha decretato quindi un sonoro NO anche al piano di ampliamento, come più in generale è stato un NO a tutta la favola che la Svp ci voleva vendere con una massiccia campagna marketing. Basta con le favole quindi! Il M5S ha fatto pressione affinché la giunta comunale di Laives proceda alla cancellazione d’ufficio dell’allungamento della pista dell’aeroporto dal proprio piano urbanistico. Vedremo ora se la giunta provinciale ha veramente il coraggio di disattendere la volontà dei cittadini, come la lettera dell’assessore farebbe paventare.

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *