M5S Alto Adige-Südtirol

Whistleblowing, interviene il presidente dell’Anac Cantone

Ricordate la nostra mozione sul tema bocciata in settembre senza tanti complimenti dall’Svp? Avevamo promesso una segnalazione in merito all’Autorità nazionale anticorruzione e proprio oggi ci è giunta la risposta firmata dal presidente Raffaele Cantone in persona, che rileva come “le criticità segnalate nella mozione 781/2017, potranno essere superate a seguito della messa a disposizione del software implementato dall’Autorità alle amministrazioni che ne faranno richiesta”. Con un’apposita mozione che depositeremo a breve chiederemo proprio questo alla Giunta provinciale: l’impegno formale ad adottare uno strumento che tuteli adeguatamente il dipendente pubblico che segnala reati o irregolarità all’interno della pubblica amministrazione. Il whistleblowing è un importante provvedimento anti-corruzione, non possiamo accettarne una versione azzoppata come quella in vigore oggi in Alto Adige e che dalla sua introduzione ha infatti avuto dei risultati modestissimi: si contano sulle dita di una mano le segnalazioni fatte finora. Chi si prende il rischio di segnalare un illecito va tutelato, concretamente e non solo sulla carta di una legge ancora insufficiente.

Paul Köllensperger – consigliere provinciale

Riccardo Fraccaro – deputato

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *