M5S Alto Adige-Südtirol

M5S: per l’A22 il progetto Fragiacomo è convincente

Lo ribadiamo ormai da anni: per il M5S la priorità è spostare l’A22 dalla città, una fonte di inquinamento e rumore con un forte impatto sulla nostra qualità della vita e sulla nostra salute. Finalmente l’hanno capito anche il sindaco di Bolzano e il Landeshauptmann… Ora si tratta di centrare l’obiettivo.
Ma prima di entrare nel merito, una questione di metodo. E’ nel Dna del M5S la partecipazione e in tutta questa infinita vicenda è proprio la democrazia a uscirne malconcia. Che sia la variante alla SS12 o l’interramento dell’A22 la decisione viene comunque calata dall’alto, un modus operandi sbagliato che non coinvolge cittadini, tecnici indipendenti né tantomeno i rappresentanti dei comuni limitrofi. Il M5S – sia nel Consiglio comunale che in quello provinciale – si è visto bocciare apposite mozioni che se approvate avrebbero dato il via a un’istruttoria pubblica, per ascoltare tutte le voci prima di decidere su opere tanto importanti e costose.
Proprio in quest’ottica abbiamo richiesto e poi avuto un incontro con l’ing. Adriano Fragiacomo, autore di un interessante progetto che da ponte Campiglio “inabissa” il tracciato dell’autostrada fino al casello di Bolzano Sud. L’ingegnere non ha nascosto diverse criticità e la necessità di approfondire numerosi aspetti di un’opera molto complessa, ma gli aspetti positivi sono comunque evidenti: innanzitutto il costo (circa la metà rispetto al progetto presentato dalla Provincia!), un enorme risparmio nel consumo di territorio perché verrebbe a cadere l’attraversamento della Val d’Adige verso la zona tra Pineta e San Giacomo, tempi di realizzazione molto più celeri (il tracciato è lungo circa la metà di quello sotto il Colle). Qualora fosse tecnicamente dimostrato che l’opera qui sommariamente descritta fosse fattibile ai costi indicati e con le indispensabili garanzie riguardo alle numerose criticità tecniche che la costruzione di un’infrastruttura simile comporta, il M5S ne sosterrebbe la realizzazione.
Ecco perché abbiamo proposto l’istruttoria pubblica su questo tema, per ascoltare altre voci e non lasciare a un ristrettissimo numero di persone la decisione su infrastrutture fondamentali per il territorio. La proposta dell’ing. Fragiacomo è una di queste e auspichiamo che venga presto – come peraltro già accaduto in passato – considerata anche dai decisori politici.
Bolzano è con Genova l’unica città capoluogo ad essere attraversata da un’autostrada… Non ci passa vicina, ne è letteralmente tagliata in due e parliamo di una città da quasi 110mila persone su cui già gravano numerose infrastrutture di interesse provinciale (come l’inceneritore, ad esempio). Eliminare o quantomeno limitare grandemente l’impatto negativo dell’A22 deve essere un obiettivo prioritario per la politica.

Pierluigi Gaianigo – consigliere comunale
Paul Köllensperger – consigliere provinciale

About author

Related Articles

1 Comment

  1. renato 17 gennaio 2018 at 16:27

    Buonasera, io lascerei quella che c’è e la coprirei

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *