M5S Alto Adige-Südtirol

Il lupo e la campagna elettorale di Schuler

Come si legge nell’allegata richiesta al Sindaco di Bolzano, di non aderire alla raccolta firme per la petizione “contro il lupo” lanciata dall’Assessore alle Foreste Arnold Schuler, questo carnivoro ha un alto grado di protezione e tutela in ambito europeo.
Protezione che non è integrale; infatti prevede la possibilità di abbattimenti in caso di comprovata pericolosità o grandi entità di danni.
Per l’Assessore Schuler ciò non è sufficiente, o meglio, si vuole evitare di dover provare la pericolosità e di darla per scontata, ed ha lanciato una campagna che poggia su affermazioni senza alcun supporto scientifico, per abbassare il livello di tutela di questa specie.
Nella petizione, definita significativamente “contro il lupo”, si legge:
“la biodiversità diminuirebbe”.
Nel dossier curato fra gli altri dall’esperto in management della fauna selvatica dell’Eurac, dott. Filippo Favilli, si legge invece che la presenza dei lupi consente una “migliore biodiversità”.
A fronte di una paventata pericolosità per l’essere umano, quando in petizione si afferma “
Nelle province limitrofe i lupi si sono spesso pericolosamente avvicinati alle zone urbane”, il noto esperto dell’Istituto Superiore per la ricerca ambientale, Piero Genovesi, che collabora anche col locale Ufficio Caccia e conosce il nostro territorio, viceversa dichiara: “sono secoli che non si registrano attacchi di lupi all’uomo”.
Quanto sopra mette in luce una evidente povertà culturale se si entra nel merito delle affermazioni.
Ma ancora più è il metodo applicato, cioè sollecitare tutti i Sindaci del territorio a collaborare per fare in modo che la cittadinanza accorra in massa a firmare la petizione.

Ecco, questo è un uso improprio, strumentale, se non peggio, del proprio titolo istituzionale, che dovrebbe contemperare le esigenze di tutti i cittadini rappresentati, animalisti e allevatori, protezionisti e cacciatori.

Per questo motivo il Movimento 5 Stelle, rappresentato nei Comuni di Merano, Salorno e Bolzano, ha stilato una richiesta destinata ai rispettivi Sindaci, affinchè si astengano dal partecipare ad una campagna del tutto irrituale per delle Pubbliche Istituzioni.
Se l’Assessore Schuler ritiene di dover cambiare una norma, segua l’iter previsto, senza utilizzare impropriamente il suo status di Assessore.

About author

Related Articles

2 Comments

  1. Silger 15 marzo 2018 at 17:55

    Sono contrario al reinserimento di animali pericolosi (orsi, lupi, ghiottoni, puma, leoni, ecc., ecc., ecc.) ormai non presenti in natura nel nostro territorio da decenni, secoli e millenni. Una stupida forzatura …e gli animalisti, e io sono pro animali, farebbero meglio a non dir nulla..

  2. Silger 15 marzo 2018 at 17:54

    Sono contrario al reinserimento di animali pericolosi (orsi, lupi, ghiottoni, puma, leoni, ecc., ecc., ecc.) ormai non presenti in natura nel nostro territorio da decenni, secoli e millenni. Una stupida forzatura …e gli animalisti, e io sono pro animali, farebbero meglio a non dir nulla.

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *