M5S Alto Adige-Südtirol

Italia digitale, Provincia digitale. Bolzano? Cartacea!

Aria di pulizia nell’amministrazione di Bolzano! Dall’albo pretorio, l’apposito spazio sul sito comunale presso il quale le pubbliche amministrazioni affiggono per legge notizie e avvisi di interesse pubblico per la collettività, sono scomparse le delibere e tutti gli altri atti comunali antecedenti ai 15 giorni dalla pubblicazione. O meglio sono elencati nell’archivio, ma non sono né consultabili né scaricabili. Un cambiamento silenzioso, passato inosservato ai più e che non è stato neppure annunciato ai consiglieri comunali e in commissione organizzazione, innovazione, trasparenza e legalità.

La presidenza del Consiglio, nella Agenzia per l’Italia digitale, ha stabilito nel 2016 sia il diritto all’oblio e la temporaneità della pubblicazione, sia i limiti minimi della pubblicazione: quindici giorni interi e consecutivi. La legge però prevede anche che “Le amministrazioni pubbliche possono stabilire tempi di permanenza dei documenti sul sito informatico oltre il periodo di pubblicazione, nel rispetto dei principi di necessità, indispensabilità, pertinenza e non eccedenza”. Fino a pochi giorni fa, come in moltissimi altri comuni d’Italia, anche nel Comune di Bolzano si applicava questa regola di trasparenza e nell’archivio era possibile reperire tutti gli atti politici pubblicati almeno nell’anno precedente.

Era uno strumento necessario al lavoro del consigliere comunale, soprattutto di minoranza, che poteva controllare il lavoro dell’amministrazione grazie all’albo pretorio on line, come è il suo ruolo. Analogo discorso vale anche per i giornalisti, naturalmente, e più in generale per qualunque cittadino.

Dove sono andati in Comune a Bolzano, i principi di vicinanza ai cittadini, di informazione e trasparenza? Il sindaco Caramaschi parla sempre di smart city, ma è intelligente una amministrazione che elenca solo i titoli dei propri atti politici e poi ti invita a andarli a richiedere negli uffici comunali?

Il Movimento 5 stelle ritiene questa decisione molto grave e chiede il ripristino immediato della precedente modalità di pubblicazione che garantiva una maggiore trasparenza dell’albo pretorio.

M. Teresa Fortini, Sabrina Bresadola, Pierluigi Gaianigo, Paolo Giacomoni, Caterina Pifano

Consiglieri comunali M5S Bolzano

About author

Related Articles

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *