M5S Alto Adige-Südtirol

Il cinema e la chiesa!

L’oratorio come luogo di formazione e di incontro delle comunità locali.

“L’oratorio ed il piccolo teatro della parrocchia sono alcuni dei luoghi del cuore, quei posti dove si concentrano molti dei ricordi della giovinezza di ognuno di noi” – esordisce il consigliere Diego Nicolini a seguito della visita dell’oratorio di Salorno – “vedere un luogo in tale stato d’abbandono, nel pieno centro della cittadina, rattrista chiunque lo visiti. Il centro cittadino dovrebbe essere il fulcro di idee, dialoghi e crescita: tutto ciò che rende viva una comunità.
Oltretutto, come diceva Don Bosco, l’educazione è cosa del cuore.”

“La visita a questi luoghi è stata casuale”, -continua Nicolini – “noi riteniamo che gli amministratori nel supportare le comunità di riferimento debbano sommare e mai sottrarre, dare e mai togliere ed in questo caso abbiamo iniziato un percorso di facilitatori per due realtà distinte: il museo del cinema e la chiesa di Salorno.”

“La complessa burocrazia non permette all’associazione che gestisce il museo di avere gli spazi necessari per proseguire con la propria attività di divulgazione del patrimonio cinematografico ed il restauro di pellicole.
Quest’ultimo è ormai uno di quei mestieri a rischio estinzione, di quelli che hanno ancora il sapore di cinema odorosi di storie vissute.
La parrocchia, invece, non riesce ad accedere ai fondi necessari per poter appropriarsi dei propri spazi e donarli alla comunità.
L’oratorio sorge intorno agli anni ‘50 e rispecchia gli stili estetici e di costruzione tipici dell’epoca.”|

“Nonostante lo stato di abbandono è una piacevole sorpresa ritrovare all’interno ancora un teatro, le sedie e tutto quello che può tornare ad essere cultura.”

“Il sostegno alla cultura negli anni passati non ha tenuto conto del suo scopo fondamentale: contribuire a diffondere il bello e soprattutto permettere la facile fruizione della bellezza anche nei luoghi periferici, come appunto Salorno.”

“La nostra proposta permetterà di utilizzare i fondi europei, che ricordiamo essere stati revocati per la nostra provincia per la mancanza di progetti, per realizzare un lavoro di coesione tra le due realtà e consentire alla comunità di Salorno di riappropriarsi di una struttura così centrale.”

“Papa Francesco nella visita pastorale del 25 marzo 2017 a Milano ha suggerito ai ragazzi di: “Parlare con i nonni, giocare con gli amici e andare in oratorio.”
L’oratorio torna quindi ad essere centrale come luogo dove si costruiscono le identità, si dialoga e dove si creano le strutture della vita in società.”

About author

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *