M5S Alto Adige-Südtirol
  • in: Bolzano/Bozen  | 

    I nodi della mobilità bolzanina e le ricette che proponiamo

    Bolzano soffoca nel traffico, le proposte che arrivano tendono troppo spesso ad essere a senso unico: grandi opere costosissime per fluidificare il traffico, il che non significa eliminarlo e quindi eliminare smog, rumore, code, significa solo renderlo più scorrevole. Noi partiamo da un approccio diverso, più attento all’ambiente e quindi alla saluta di chi a…

  • in: Alto Adige/Südtirol, Consiglio Provinciale/Landtag  | 

    Legge urbanistica, un’altra riforma mancata

    Lo abbiamo ribadito più volte nel corso del dibattito in aula: il testo licenziato dal Consiglio provinciale non ha la dignità della precedente legge urbanistica provinciale o di altre analoghe normative in vigore nell’arco alpino, al cui centro c’era un obiettivo chiaro: contenere per quanto possibile il consumo di suolo e salvaguardare il territorio dalla…

  • in: Bolzano/Bozen  | 

    Fondazione Castelli, quando i nodi verranno al pettine?

    E alla fine anche Pietro Marangoni ha gettato la spugna. Impossibile per l’ormai ex-consigliere della Fondazione Castelli di Bolzano continuare a collaborare con il presidente Helmuth Rizzolli “a seguito della totale caduta del rapporto fiduciario con il presidente della Fondazione stessa”, come ha scritto nella sua lettera di dimissioni indirizzata al sindaco Caramaschi. Da parte…

  • in: Consiglio Provinciale/Landtag  | 

    Nomine Cda della Fondazione Rainerum, il M5S interpella l’Anac

    Nel corso di questa legislatura ci siamo più volte visti costretti a rivolgerci all’Autorità nazionale anticorruzione, perché capita perfino che la normativa vigente in materia di incompatibilità e/o inconferibilità di incarichi nei cda venga ignorata. Uno di questi casi riteniamo sia il rinnovo del cda della Fondazione Rainerum – deliberato dalla Giunta provinciale il 27…

  • in: Alto Adige/Südtirol, Consiglio Provinciale/Landtag  | 

    Buon lavoro Riccardo!

    È con orgoglio ed entusiasmo che salutiamo la notizia della nomina di Riccardo Fraccaro quale Ministro, un ruolo istituzionale importantissimo e ampiamente meritato per il nostro portavoce. L’assegnazione a Fraccaro del dicastero per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta è anche un riconoscimento fondamentale per il Trentino-Alto Adige, che non esprimeva un…

  • Marcia stop pesticidi il 13 maggio a Caldaro

    Riceviamo e volentieri diffondiamo: In Marcia a Follina (TV), Verona e Caldaro! MARCIA “STOP PESTICIDI” DOMENICA 13 MAGGIO 2018 Milioni di persone in tutto il mondo sono quotidianamente esposte ai pericoli provocati dall’uso di pesticidi e diserbanti in agricoltura. Nati per eliminare i parassiti dei raccolti, hanno un impatto gravissimo sulla nostra salute oltre che…

    Continue Reading ...
  • Criteri discriminatori per contributi alla cultura: la Provincia perde ricorso al TAR e la Giunta fa orecchie da mercante

    Tre ripartizioni cultura e tre modi differenti di assegnare i contributi alle associazioni che li richiedono. Ma la Giunta fa orecchie da mercante anche di fronte al provvedimento del TAR di Bolzano che ieri – proprio su questo tema – ha accolto la sospensiva richiesta dall’associazione “La Comune” per una battaglia legale in corso contro…

    Continue Reading ...
  • Associazione Celiachia Alto Adige, Tumori Alto Adige e tante altre. La Provincia “semplifica” e gli enti sono senza soldi

    “Gli enti associativi operanti nel settore dell’informazione, della promozione e dell’educazione alla salute che dipendono dai contributi e sovvenzioni per le spese correnti in base alla legge provinciale n. 7/2001 sono senza soldi da mesi”. Lo riferisce il consigliere provinciale del Movimento 5 Stelle, Paul Köllensperger che imputa la responsabilità dello stallo alla politica. “Tutto…

    Continue Reading ...
  • Sport macht Schule, ma a che prezzo?

    Sport macht Schule. Bastano tre semplici parole all’assessore Achammer per lanciare una campagna nelle scuole elementari e medie in lingua tedesca “al fine di soddisfare la naturale necessità di movimento delle alunne e degli alunni e di promuovere il loro sviluppo armonico e il loro apprendimento”. Peccato che questo facile slogan abbia provocato grande scompiglio…

    Continue Reading ...
  • Elettorato attivo, i diritti negati

    Il saldo migratorio, nel solo comune capoluogo, vede in costante aumento la popolazione residente di oltre 500 unità all’anno; stando a questo dato alle prossime elezioni provinciali saranno circa 1500 persone a non poter scegliere I propri rappresentanti politici. Sempre più spesso nella nostra Provincia si tende a mettere sullo stesso piano quelli che sono…

    Continue Reading ...
  • Il parco Europa è un patrimonio cittadino

    E’ notizia recente la disponibilità dell’Amministrazione Comunale a considerare lo smantellamento di buona parte del Parco Europa per costruirvi una pista da BMX. In questi ultimi anni è già stata consentita l’eliminazione di parti importanti di verde: pensiamo al Parco delle Marcelline, al parco adiacente al Grieserhof, all’ormai certo sacrificio di buona parte del Parco…

    Continue Reading ...
  • Le troppe opacità nel rinnovo del Cda della Fondazione Rainerum

    Trovare il bandolo della matassa in questa intricata vicenda non è semplice. La gestione del college Rainerum di Bolzano che ospita studenti universitari è passata il primo settembre del 2015 dai padri salesiani alla Fondazione proprietaria dell’immobile che ospita i ragazzi. La gestione diretta della conduzione della struttura si è resa necessaria, considerato che l’operato…

    Continue Reading ...
  • Bolzano soffoca nello smog, scendiamo in strada a protestare!

    Un gruppo spontaneo di cittadini e cittadine ha indetto una manifestazione di protesta che partirà alle 17 di giovedì 29 aprile da piazza Mazzini a Bolzano. Il corteo si dirigerà poi fin sotto il municipio, per far sentire la voce di chi ne ha abbastanza di vivere in una Bolzano tanto inquinata e per chiedere…

    Continue Reading ...
  • Sfitto e cementificazione del territorio, due facce della stessa medaglia. Ma la Giunta non se ne cura

    La situazione è questa: migliaia di alloggi lasciati sfitti dai loro proprietari da un lato, l’Ipes che riesce a soddisfare solo un terzo della richiesta di alloggi sociali dall’altro. E intanto continuiamo a cementificare il già scarso territorio. Uno scenario paradossale quindi, sul quale la politica avrebbe l’obbligo di intervenire. E quindi: perché l’Ipes non…

    Continue Reading ...