Scritto il da e archiviato in Alto Adige/Südtirol, Consiglio Regionale - Regionalrat.

Sulla stampa di oggi spunta un’ipotesi (della quale ovviamente si ignora la paternità) che se verificata si rivelerebbe alquanto sorprendente: con l’approvazione della “Riforma Boschi” in Trentino Alto Adige i consiglieri regionali, tramite il solito gioco di benevole interpretazioni contabili, riuscirebbero ad aumentarsi lo stipendio netto di circa 500 euro al mese. Si penserebbe infatti di calcolare la futura retribuzione dei consiglieri basandosi sulla media fra gli emolumenti del sindaco di Trento (che prende € 8.771,76, il 68,50% in più rispetto ad un Comune analogo in un’altra Regione italiana) e quelli del sindaco di Bolzano (cui vanno € 12.380,16, il 137,81% in più della media nazionale).

La cosa, va da sé, andrebbe ben al di là del limite della decenza, e purtroppo i segnali che si stia cercando di procedere in questo senso ci sono tutti, non da ultimo l’insindacabile decisione di bocciare la proposta presentata ancora nel 2014 dal M5S di abbassare gli stipendi ai consiglieri. La verità è che di ridursi i privilegi questa classe politica non ha alcuna intenzione, sparge tanto fumo per poi mantenere se non accrescere i vantaggi di cui gode. Attenzione però che la “casta” non è solo quella dei politici ma anche quella dei dirigenti che verso i potenti hanno ogni riguardo.

Noi non ci arrendiamo di certo e sugli stipendi dei consiglieri daremo battaglia e vedremo se nomineranno qualche consulente per “studiare le soluzioni”, magari finendo solo per gettare altro denaro pubblico come avvenuto con la faccenda dei vitalizi degli ex-consiglieri. Nascondere la sfacciataggine di certe operazioni risulta sempre più difficile, peccato che nel palesarsi la nostra classe politica riesca a mortificare una volta di più la nostra Autonomia, che certo non ne avrebbe bisogno.

Scritto il da e archiviato in Alto Adige/Südtirol, Consiglio Provinciale.

keinbbt

“Tunnel di base, troppe incertezze sulle tratte d’accesso”, “serve volontà politica e oggi manca”, “i finanziamenti non sono ancora certi e nemmeno la progettazione è definita”. A parlare non è un facinoroso esponente No Tav, piuttosto che i soliti disfattisti del Movimento 5 Stelle, ma Michael Cramer, un signore germanico che nel Parlamento europeo riveste … continua

Scritto il da e archiviato in Alto Adige/Südtirol.

sos_equitalia

Sabato 23 luglio alle ore 12 in piazza della Vittoria a Bolzano, il MoVimento 5 Stelle Alto Adige / Südtirol inaugurerà il Punto di soccorso anti-Equitalia. Come già avviene in altre undici città italiane, anche il Trentino Alto Adige disporrà quindi di un punto di assistenza a cui i cittadini potranno rivolgersi per portare i … continua

Scritto il da e archiviato in Alto Adige/Südtirol.

durnwalder-tappeiner

Nuova interrogazione del deputato M5S eletto in Trentino-Alto Adige Riccardo Fraccaro al Ministro Orlando per un caso che interessa la giustizia altoatesina. La terza nel giro di un mese, dopo quella sul “caso Perathoner” e quella sul “caso Tarfusser”. «Il problema di fondo su cui chiedo di fare chiarezza – spiega Fraccaro – è ancora … continua

Scritto il da e archiviato in Bolzano/Bozen.

presentazione_bassa_2

Il mondo cambia velocemente, ma la Svp pare non accorgersene. Ormai da tempo il voto sudtirolese non si concentra più nel solo partito di raccolta e questo accade anche nella nostra città, Bolzano. In campagna elettorale vanno a caccia dei voti italiani che, come la pecunia, non hanno odore. Poi, svuotate le urne, bando alle … continua

Scritto il da e archiviato in Alto Adige/Südtirol.

giustiziamalata

«Oggi ho depositato una nuova interrogazione al Ministro della giustizia, per chiarire un’altro caso che interessa il “sistema giustizia” dell’Alto Adige. Risulta, infatti, che presso l’area penale della Procura della Repubblica di Bolzano, marito, moglie e fratello/cognato lavorino a stretto contatto. Una situazione macroscopicamente anomala, che insinua pesanti dubbi sul corretto funzionamento degli uffici giudiziari. … continua

Scritto il da e archiviato in Alto Adige/Südtirol, Consiglio Provinciale.

foto consiglio provinciale

Tutta la letteratura in materia di mobilità sostenibile converge su una premessa fondamentale: l’uso dell’auto privata va limitato, se vogliamo davvero centrare l’obbiettivo di arrivare a città vivibili e libere dal traffico caotico, abbassando i preoccupanti livelli di inquinanti nell’aria che respiriamo e di rumore che siamo costretti a subire. A Bolzano, negli anni molto … continua

Scritto il da e archiviato in Bolzano/Bozen.

nomine cda urg.

Il Comune di Bolzano deve procedere con urgenza alla nomina dei componenti dei consigli di amministrazione delle seguenti società da esso partecipate: “ Fiera di Bolzano SPA” partecipazione del 4,63% SASA SPA Società Autobus dei servizi d’Area Spa 53,34% Azienda di soggiorno di Bolzano 100% Fondazione “concorso pianistico internazionale Ferruccio Busoni” Fondazione Gustav Mahler musica … continua

Scritto il da e archiviato in Bolzano/Bozen.

presentazione_bassa_2

Nel pomeriggio del 20 giugno si è tenuta la prima riunione dei capigruppo alla quale per il M5S hanno partecipato Caterina Pifano e M. Teresa Fortini. Il sindaco, dott. Caramaschi, ha sottoposto all’attenzione della conferenza il codice etico denominato “Carta di avviso pubblico” che intenderebbe sottoscrivere ed adottare affinché anche il Comune di Bolzano possa … continua

Scritto il da e archiviato in Alto Adige/Südtirol.

tarfusser-durnwalder

«Ho depositato oggi un’interrogazione al Ministro della giustizia, per sollecitarlo a intervenire e appurare la legittimità del comportamento di Cuno Tarfusser, già pm di Bolzano e attualmente giudice della Corte penale internazionale, sorpreso recentemente a “brindare” all’assoluzione dall’accusa di peculato di Luis Durnwalder, ex Presidente della Provincia di Bolzano. L’episodio è grave e non solo … continua